UltraExplorer per chi non si accontenta di Esplora Risorse

Come dice il nome stesso UltraExplorer è una versione potenziata del file manager di default sotto Windows e come file manager usa soluzioni abbastanza innovative rispetto a prodotti simili.
Basandosi infatti sulle stesse librerie che costituiscono Esplora Risorse, l'autore è riuscito a migliorarne le funzioni aggiungendo alle classiche viste cui siamo abituati (icone, elenco, dettagli, anteprima) una più innovativa vista per colonne che strizza l'occhio ad alcune soluzioni adottate nell'ambiente Linux.
Con la vista per colonne abbiamo una rappresentazione, tramite liste affiancate in verticale, dei percorsi che attraversiamo per sfogliare la cartella che ci interessa e che risulta particolarmente utile quando bisogna lavorare all'interno di sottocartelle.
Altra novità è il menù breadcrumb (utilizzato anche sotto Gnome a dir la verità) per rappresentare lo spostamento tra cartelle e un pannello di trascinamento dove parcheggiare temporaneamente le cartelle o file che devono essere poi spostati in altre cartelle, interessante anche una finestra integrata per poter usare direttamente i comandi della shell DOS. Per chi non fosse ancora contento, UltraExplorer dispone di una finestra, richiamabile tramite il tasto F3, dedicata all'anteprima di tutti i contenuti normalmente supportati, (file pdf, testo, immagini ecc...), un'altra finestra ci consente di memorizzare a parte le nostre cartelle preferite ragruppandole in un intuitivo menù ad albero.
Abbandonato il classico stile dual-panel alla Norton Commander, viene utilizzato un più efficace multitab per organizzare le viste dei percorsi selezionati, inoltre la visualizzazione degli oggetti (file, cartelle, oggetti nascosti, stampanti di rete) è selezionabile tramite un menù sulla barra.
Anche il Drag'n Drop tra UltraExplorer e finestre di Esplora Risorse è supportato, così come l'uso dei menù contestuali di Windows.
Per chi dovesse trovarsi un po' disorientato, niente paura, l'ambiente è facilmente personalizzabile: basta cliccare sui relativi pulsanti di chiusura per nascondere barre e finestre in eccesso e se ciò non dovesse bastare si può sempre impostare la lingua italiana e scegliere un tema più amichevole.