Duelli TV

Sebbene mi fossi riproposto prima di aprire questo sito di non fare menzione alcuna della situazione politica italiana, i fatti televisivi degli ultimi giorni hanno talmente scosso la mia attenzione che mi sembrava giusto, anche alla luce del materiale contradditorio e molto fazioso che gira per internet, esporre qualche spunto di riflessione serio e imparziale. Vengo subito al dunque: una legge è stata voluta in extremis dal parlamento italiano e ben voluta dallo stesso presidente della Repubblica per questo confronto televisivo tra il capo del governo e quello dell'opposizione per meglio esporre e opporre le differenti politiche che intendono perseguire nei vari campi della politica da quella estera a quella economica e via dicendo...
Il punto è "confronto dei programmi politici" cioè i due rappresentanti delle coalizioni dovrebbero parlare solo di quello che intendono fare, e allora se Prodi & co hanno da tempo preparato il loro programma di governo perchè tante rimostranze a un confronto diretto da parte di Prodi stesso sui contenuti del programma? Perchè questo Prodi insiste ora nel voler cancellare l'altro appuntamento accordato al presidente del consiglio, cioè la discussione pubblica e la presentazione dei propri 5 anni di governo? Cosa teme il capo dell'opposizione?
Secondo quanto da lui affermato gli italiani già sono a conoscenza del malgoverno di centrodestra durante questi 5 anni, quindi come mai tutta queste remore per un discorso su ciò che si è fatto se, secondo lui, tutti sanno già che la maggior parte saranno solo chiacchiere?
Questa mattina sono venuto a conoscienza del fatto che il presidente del consiglio abbia rinunciato al discorso di fine legislatura per venire incontro a Prodi, cedendo di fatto a un vero e proprio ricatto, e dunque mi domando a parti invertite si sarebbe avuta la stessa situazione? Probabilmente no perchè penso che una simile proposta non sarebbe stata avanzata in quanto contraria allo spirito della legge che ho così interpretato: ci sono dei programmi per la prossima legislatura? Ebbene ci si confronta su quelli e poi agli italiani la scelta. Durante questi 5 anni si è fatto qualcosa? Nel bene e nel male sono state fatte leggi? Ebbene che si esponga il lavoro fatto, ricordiamoci che il voto lo da sempre il popolo e aver lavorato molto può essere premiato così come può non essere premiato quindi in politica qualunque cosa si dica o si faccia è sempre un'arma a doppio taglio, ma soprattutto si intenderà usufruire negli anni successivi di questa legge e imporla (in quanto con questo atto è stata di fatto deleggittimata già) sull'altro schieramento?
E' di fatto possibile che in Italia non si possa avere mai un po' di chiarezza quando si parla di politica?
Parlare dei demeriti di un governo può servire da sola a impostare una buona campagna elettorale? Su questo punto credo si giochi molto ma se in tutti questi anni l'opposizione non ha mai saputo costruire una proposta alternativa seria e soddisfacente è forse indice del fatto che meglio di come è stato fatto non si può? Eppure i numeri parlano chiaro le riforme ci sono state e tutto si può dire tranne il fatto che questo governo si sia adagiato sugli allori o che si sia spinto in operazione finanziare di puro stampo ideologico come altri hanno fatto.
Dunque chiudo qui sperando di poter scegliere, un giorno, un programma politico con lo stesso metodo con il quale scelgo un software, di poter dare un voto a un governo con lo stesso metodo con il quale do un voto a un programma, semplicemente relazionando con imparzialità e solo in base a ciò che per me sembra meglio, perchè occorre ricordare che qualunque scelta si basa sempre sulla circostanza e sul confronto diretto e il resto sono veramente solo chiacchiere di politici stracca-piazze come direbbe un mio amico.