Errore L 99 99 99 99

Tutto è cominciato quando ho deciso di aggiornare la componentistica hardware del mio pc con un nuovo hard disk da affiancare a quello preesistente già pluripartizionato e pieno.
Da premettere che sul vecchio hard disk avevo una istallazione di Linux Suse 9.2, Microsoft Windows XP, una partizione contenente il vecchio 98 e una partizione estesa per il backup.
Lasciai di proposito l'impostazione su Cable Select affidandomi alla buona sorte di aver posto correttamente lo spinotto IDE del primario al disco giusto.
Avvio il sistema e come legge di Murphy vuole mi sono ritrovato il messaggio che recitava "nessun dispositivo di boot valido".
Riavvio e faccio le dovute modifiche al bios... perfetto adesso vedo nuovamente l'interfaccia di XOSL, provo a far partire linux e giustamente LILO dice che non riesce più a orientarsi nei meandri del mio hard disk.
Sto quasi per aprire il pc e cambiare la staffetta dei dispositivi quando mi ricordo che ho istallato linux per imparare qualcosa di più, quindi scelgo un'altra strada: per prima cosa devo dotarmi di una distribuzione live per entrare nel sistema e avere libertà di movimento, stavo quasi per scaricare una knoppix like da 700 Mb quando mi è capitata sotto gli occhi la mini-distro PAUD che in soli due floppy disk contiene i programmi minimi per districarsi in situazioni di emergenza.
Scarico le immagini dei floppy e le copio con l'utilizzo di rawwrite
dopodichè mi preparo al successivo boot.
Giunto sulla shell di PAUD effettuo un fschk, monto le partizioni di root e boot, edito il file lilo e fstab per aggiornare le posizioni delle partizioni e dei punti di mount, digito il comando lilo sulla shell e mi appare un Warning.
Dalle pagine man di lilo mi accorgo che dovrei istallarlo sull'MBR del disco primario e che in una situazione come la mia potrei comunque avere problemi.
Effettuo dunque una prova invece del boot sector della partizione che ha punto di mount "/boot" specifico l'istallazione sul primo disco (che non contiene nulla).
Termino le operazioni e riavvio e quando con XOSL punto sulla nuova locazione di lilo ricevo per risposta il solito errore.
Dato che lilo ha di questi problemi decido di affidarmi a grub che non avevo istallato sul sistema... Ottima occasione per verificare la bontà della distribuzione.
Inserisco il dvd di Linux Suse 9.2 e seleziono il boot sul dvd direttamente dal menù SBM di XOSL, seleziono una nuova istallazione ma Suse stessa rileva una partizione già popolata e mi chiede cosa sono intenzionato a fare.
Con una certa sorpresa noto anche una opzione di riparazione del sistema, decido di provarla e mi affido alla riparazione automatica la quale fa un controllo su alcune caratteristiche basilari e tra l'altro inserisce dietro la mia conferma il punto di mount del nuovo hard disk...
Lo lascio fare e quando termina la scansione gli faccio istallare il pacchetto grub e nella sezione di interventi manuali seleziono l'istallazione di un nuovo boot loader.
In verità di manuale c'è ben poco in quanto effettua in automatico le configurazioni ottimali basta solo selezionare il nome del boot loader e, nel mio caso, specificare l'MBR corretto (voleva infatti insediarlo sul secondario dove è già istallato XOSL).
Quindi do uno sguardo di verifica e gli faccio completare l'istallazione.
Riavvio di nuovo selezionando linux da XOSL,... e traggo un sospiro di sollievo: linux è di nuovo funzionante sul mio pc.