Il mulo sotto Suse Linux

Nel passaggio da windows a linux la prima cosa che vogliamo fare è portarci dietro i programmi più utilizzati, uno di questi è senz'altro il muletto, dal quale possiamo scaricare e condividere la iso delle nostre distro preferite, le ricerche scolastiche, le tesine universitarie o i programmi realizzati in casa, tutto questo in maniera molto più efficiente di un sito web (grazie alla potente capacità di ricerca inclusa in questi programmi) e assolutamente gratuita (non essendoci costi di gestione del sito) tralasciando, ovviamente, i costi di connessione.
Dunque non necessariamente p2p è sinonimo di pirateria, ma potrebbe invece essere un prezioso strumento di libertà d'espressione e soprattutto in un mondo come quello di linux dove la condivisione di idee è la portante del progetto stesso, non possiamo farci mancare questa opportunità.
Prima cosa quindi è d'obbligo procurarsi un pacchetto di istallazione per la nostra amata Suse, sul celeberrimo Packman basta cercare il pacchetto amule, versione appositamente riscritta del più celebre emule, e il gioco è fatto.
In questa pagina possiamo accedere al pacchetto rpm precompilato.
Per istallarlo niente di più semplice: o il doppio click sul pacchetto e poi il click sul pulsante Istalla con Yast, oppure da console, dopo aver ottenuto l'accesso root, tramite il comando

# rpm -i  aMule-2.1.1-1.pm.2.i586.rpm

Prima di cominciare dobbiamo avere un attimo di pazienza e configurare le porte del firewall, che sotto suse è attivo di default, in modo da non interferire con il trasferimento dei file.
Attenzione ho detto configurarlo!!! Guai a disabilitarlo del tutto!!! Oggi come oggi un firewall è una protezione essenziale!!!
Apriamo una sessione di shell con uno tra i vari Konsole, gterm, Xterm, aTerm... digitiamo il comando

$ su

e premiamo invio, ci verrà chiesta la password di root indispensabile per aprire una sessione come tale.
Dopodichè apriamo il file /etc/sysconfig/SuSEfirewall2 con il nostro editor preferito digitando

# vi /etc/sysconfig/SuSEfirewall2

oppure

# kwrite /etc/sysconfig/SuSEfirewall2 

oppure quello che sapete usare, l'importante è aprirlo da questa shell per avere i permessi di scrittura.
Cerchiamo la stringa FW_SERVICES_EXT_TCP e modifichiamola come segue aggiungendo le porte necessarie a amule:

FW_SERVICES_EXT_TCP="4662 4672"

Se avevate altre porte inserite in questo campo basta aggiungerle separandole con uno spazio dalle altre.
Stessa cosa per la stringa FW_SERVICES_EXT_UDP che va aggiornata così:

FW_SERVICES_EXT_UDP="4662 4672"

Fatto questo salvare il file e uscire dall'editor, quindi reinizializzare il firewall scrivendo dalla console questo comando:

# /sbin/SuSEfirewall2 stop && /sbin/SuSEfirewall2 start

Adesso dalla console digitate i comandi

# exit
$ amule

per uscire dalla sessione di root e far partire amule come utente non privilegiato: se tutto è stato fatto correttamente le freccette in basso che indicano la connettività del programma risulteranno entrambe verdi una volta connessi al server emule e alla rete kad.

Comments

Il mulo sotto suse linux

La stessa cosa si può fare da Yast2 cliccando "avanzate" nella sezione "interfacce consentite". Grazie... Guida ben fatta. Mi hai indirizzato nella risoluzione del problema.